Il banco di Santa Croce a Vico Equense è un’area marina di grande interesse naturalistico. Il Comune si attiva a salvaguardarla

banco di santa croce vico equenseL’amministrazione comunale di Vico Equense ha adottato all’unanimità il regolamento per la fruizione della zona di tutela biologica del Banco di Santa Croce, un’area marina di grande interesse naturalistico della Costiera Sorrentina. Il motivo del provvedimento e volto alla tutela dell’oasi marina garantendo una fruizione consapevole e rispettosa.

Il provvedimento prevede la determinazione di un numero annuo di singole immersioni e la gestione delle autorizzazioni necessarie per consentire tali attività. Inoltre, sarà previsto il pagamento di un ticket per effettuare escursioni subacquee nell’area marina protetta del Banco di Santa Croce.

Le attività di didattica subacquea invece, saranno vietate per evitare che l’inesperienza possa danneggiare la ricchezza biologica dell’area, mentre saranno consentite le visite guidate ad opera dei centri di immersione autorizzati, nel rispetto di determinate condizioni. Queste infatti, dovranno essere svolte da professionisti con brevetto e prevedere un numero di sommozzatori non superiore a 6 per ogni istruttore, per un massimo di 12 per ciascuna immersione.

La navigazione dei natanti a supporto dell’attività dei sub è consentita a velocità non superiore a 5 nodi, entro la distanza di 500 metri dalla boa di segnalazione e di ormeggio e, oltre a tale distanza, non oltre i 10 nodi. Per l’attività di diving e visite guidate, corsia preferenziale avranno i residenti del territorio.