Efficienti gli interventi a tutela dell’ecosistema marino. La Regione Campania premia il mare di Sorrento

sorrento-mare

Il Comune di Sorrento può finalmente lasciarsi alle spalle il triste capitolo che vide il divieto di balneazione in gran parte della costiera sorrentina nel bel mezzo della stagione estiva. La Regione Campania, in seguito alle recenti analisi dell’Arpac, ha classificato come eccellente il mare che bagna Sorrento.

Era l’estate 2015 e le analisi dell’Arpac fecero trepidare tutti i Comuni della Penisola Sorrentina, ad esclusione di Massa Lubrense che gode della protezione benevola delle correnti.

A partire da quel episodio, il Comune di Sorrento ha intrapreso una dura battaglia contro i trasgressori, attuando una task force con il supporto della società Gori e dell’Asl per un controllo a tappeto delle immissioni nelle fogne bianche che ha visto centinaia di cittadini, aziende e condomini denunciati.

A questo intervento radicale, si sono poi aggiunte numerose iniziative di bonifica e tutela dell’ambiente, in particolare del mare e dell’ecosistema marino. Il progetto pilota di pulizia dei fondali, partito proprio a settembre 2015 nelle acque di Marina Piccola, in prossimità del Porto di Sorrento, e proseguito durante l’anno con una serie di interventi che hanno interessato anche Marina Grande e la baia della Regina Giovanna al Capo di Sorrento, hanno portato ad un grande risultato: oltre 13 tonnellate di rifiuti raccolti. Un risultato reso possibile grazie alla collaborazione della Guardia Costiera e del nucleo sommozzatori, di associazioni volontarie e del team dell’area marina protetta di Punta Campanella. Agli interventi di bonifica sono state affiancate diverse campagne di sensibilizzazione svolte nelle scuole, nelle piazze e sulle spiagge. In quest’ultimo caso, ai bagnanti è stato fornito un porta cicche tascabile, per prevenire l’abbandono di cicche di sigarette in spiaggia che, stando a quanto è emerso dai fondali, è il rifiuto raccolto in maggiore quantità.

Sedici mesi di duro lavoro hanno portato ad un ottimo risultato, ma il Comune di Sorrento non intende abbassare la guardia, vista anche la crescente affluenza turistica, un passo falso potrebbe costargli davvero caro, per cui anche per l’anno 2017 sono previste numerose iniziative per mantenere alta l’eccellenza marina della costiera.

C.G.