A Sorrento continuano instancabili le operazioni di pulizia delle spiagge e dei fondali che vedono unite forze dell’ordine, istituzioni e volontari

Sorrento-pulizia-spiagge-fondaliLa tutela dell’ambiente non ha stagioni ed è nostro dovere avere sempre particolare rispetto verso la natura ed i suoi straordinari doni. Il nostro plauso va all’amministrazione comunale di Sorrento che da alcuni anni ha messo in campo una serie di interventi volti alla bonifica della costiera sorrentina, spiagge e fondali compresi.

Al centro dell’iniziativa sono stati i fondali del Porto di Sorrento, il litorale del Borgo di Marina Grande e l’area archeologica dei Bagni della Regina Giovanna al Capo di Sorrento.

Inoltre, grazie alla dotazione del Comune di Sorrento di un battello spazzamare, usato in soli altri 5 territori costieri italiani, è possibile svolgere una costante attività di pulizia della superficie marina.

Lo scorso anno, grazie ad un lavoro sinergico tra il Comune, l’area marina protetta di punta Campanella, la Guardia di Finanza, la Guardia Costiera con il nucleo sommozzatori e le numerose associazioni ambientaliste volontarie sono stati raggiunti risultati incredibili: ben 13 tonnellate di rifiuti sono state raccolte dai fondali ed oltre 700 portacicche tascabili distribuiti sulle spiagge della nostra costiera, con lo scopo di sensibilizzare le coscienze dei bagnanti.

Sembra assurdo, ma le cicche di sigarette rappresentano il rifiuto più popolare dei nostri fondali e non solo, a quanto pare, quella di abbandonare le sigarette fumate in spiaggia o direttamente in mare sembra un’abitudine molto diffusa su tutto il territorio nazionale. Così, a Sorrento durante l’inverno si svolgono operazioni di pulizia del litorale, mentre nel corso della stagione estiva si realizzano campagne di sensibilizzazione contro l’abbandono dei rifiuti in mare. Basti pensare che una cicca di sigaretta per deteriorarsi ci impiega da 1 a 3 anni, figuriamoci rifiuti più grandi in plastica o altri materiali. Le bottiglie di vetro, poi, non si deteriorano al massimo si rompono e con il tempo diventano ciottoli colorati che non di rado troviamo sulle nostre spiagge.

A poco più di qualche mese dall’inizio della stagione estiva voglio usare il blog di excurionboatsorrento per invitare tutti quelli che – come noi – hanno la fortuna di avere una vita vista mare a farsi custodi e paladini di un bene così prezioso, esortando al suo rispetto durante i tour di gruppo o i tour privati, dovrebbe essere scontato, ma purtroppo i dati dicono il contrario.

Si tratta di un piccolo gesto, ma se fatto da tutti può davvero cambiare il mondo.