Un’oasi nascosta della Costiera Sorrentina. Il Fiordo di Crapolla sorge nell’area marina protetta di Punta Campanella

fiordo_di_crapolla_sorrentoIl Fiordo di Crapolla è una delle insenature più suggestive ed incantevoli della Costiera Sorrentina. Preservata dalla natura lussureggiante, questo luogo custodisce importanti resti del passaggio degli antichi romani in questa terra.

Il Fiordo di Crapolla infatti, prende il nome dal Tempio di Apollo sul quale sorgono i resti dell’Abazia di San Pietro costruita in prossimità della caratteristica insenatura. La piccola cappella presenta ancora qualche traccia di quelli che dovevano essere bellissimi affreschi. Secondo alcuni racconti, sembrerebbe che San Pietro si sia fermato proprio in questo luogo prima di proseguire il propri viaggio verso Roma dalla Palestina.

Questo luogo, assolutamente da visitare, può essere raggiunto in barca, oppure a piedi, per i più volenterosi ed allenati, in quanto la piccola baia, in frazione di Torca, nel comune di Massa Lubrense, è accessibile percorrendo un sentiero con una spettacolare scalinata, di circa 700 gradini, numerati con mattonelle in ceramica dipinta.

Una tradizione locale, il 29 giugno di ogni anno, giorno dedicato al san Pietro, vede una schiera di fedeli in pellegrinaggio lungo l’antico sentiero che parte da Torca fino alla Cappella di San Pietro, dove viene celebrata la Santa Messa che si conclude con i festeggiamenti sulla spiaggia tra cibo e tanto divertimento.

L’itinerario a piedi, seppur faticoso, è allietato da prospettive mozzafiato sul mare della Costiera Sorrentina, che regalano anche delle viste privilegiate sugli isolotti Li Galli, L’Isola D’Isca e la Vetara; la costa di Praiano e il profilo di Punta Penna.

La sua particolare collocazione è il punto di forza di questa riserva naturale, tra i luoghi più belli della Costiera Sorrentina, al quale (finalmente) si sta cominciando a dare l’importanza che merita.

C.G.