Premiato ancora una volta, con la Bandiera Blu, il comune costiero, cuore dell’Area Marina Protetta di Punta Campanella.  Vessillo anche per Positano, altro comune del Parco

massa-lubrense-punta_campanella-positanoIl comune di Massa Lubrense – la cui superficie marina ricade interamente nell’Area marina protetta di Punta Campanella- ha ricevuto per il nono anno consecutivo la bandiera blu, unico comune in provincia di Napoli, insieme ad Anacapri, a poter esporre il  prestigioso vessillo.

Il Parco protetto di Punta Campanella, con i numerosi progetti di tutela, pulizia ed educazione ambientale, ogni anno fornisce un fondamentale contributo alla bandiera blu. Ulteriore conferma per Positano, altro comune del Parco Marino, premiato, come sempre, con l’ambito vessillo.

Le bandiere blu vengono attribuite dalla FEE (Fondazione per l’Educazione Ambientale) che valuta,  oltre alla qualità delle acque, numerosi altri parametri tra cui la corretta gestione del ciclo dei rifiuti, in particolare differenziata e politica di riduzione a monte, un sistema di depuratori funzionante e moderno e l’accessibilità libera per tutti alle spiagge.

La prossima estate quindi, vedrà sventolare la bandiera blu nella baia delle Sirene, a Marina del Cantone, Marina di Puolo e a Recommone, tutte perle del territorio lubrense e dell’Area Marina Protetta di Punta Campanella.

«Un risultato che ci rende orgogliosi e che ci spinge a fare sempre meglio – dichiara il Presidente del Parco, Michele Giustiniani -. Ora l’obiettivo sara’ quello di incrementare la qualità ambientale e l’offerta turistica ecocompatibile in modo da rendere sempre più Massa Lubrense un fiore all’occhiello per tutto il territorio della provincia di Napoli».

Soddisfazione anche da parte del Direttore del Parco, Antonino Miccio: «Una conferma importante e che ci ripaga del lavoro svolto negli anni con i numerosi progetti messi in campo dall’Area Marina Protetta».

Fonte Corso Italia News